LA STORIA DELLA VIRTUS ASCIANO (PAG.2)

Gli anni d'oro in Prima Categoria

 

Negli anni '70 la Prima Categoria aveva un certo livello tecnico, poiché prima di approdare al professionismo della serie C, nel mezzo vi era soltanto il campionato di Promozione. Comunque, il ritorno in prima categoria ha del favoloso, nel campionato 1975/76 per le prime dodici giornate l'Asciano guida imbattuta la classifica mettendo in mostra un calcio delizioso da vedere.
Purtroppo giunse la fatale Bibbiena dove durante la gara dominata dalla Virtus in vantaggio di una rete a zero, arriva un banco di nebbia che costrinse il direttore di gara a sospendere le ostilità. Il recupero sballò tutto il calendario; si aggiunsero poi altri episodi dubbi come la partita disputata a Foiano della Chiana. L'arbitro designato non si era presentato, cosicché la società chianina annunciava all'altoparlante eventuali disponibilità. Purtroppo per noi si presentarono tre arbitri, il più anziano era della sezione di Arezzo! I due collaboratori, ancora più assurdamente, erano entrambi residenti a Rapolano Terme!!! I testimoni di allora, a prescindere dalla faziosità, ricordano che la gara fu una farsa incredibile.
Al termine della splendida stagione 1975/76 la Virtus mancò l'accesso al campionato di Promozione per un solo punto.Amiata - Virtus Asciano (1975)1923

 

1977 - Una vittoria internazionale

 

Nel giugno del '77 La Virtus vinse un torneo riservato ai Dilettanti che si disputò in Francia a Saint Etienne. La lunga e piacevole trasferta fu coordinata dal dirigente Massimo Leonini.


1985 - Vittoria del campionato di seconda categoria

 

In seguito all'inaspettata retrocessione maturata alla fine del 1980/81, la Virtus riorganizza il team e ottiene il ritrorno nel campionato di I^ categoria nella stagione 1984/85, dopo la prima posizione condivisa con la Sinalunghese a sua volta battuta nello spareggio disputato a Colle di Val d'Elsa, I Biancoverdi si imposero col risultato di 1 -0.V.Asciano campione di seconda categoria Toscana (1985)

 

1989 - Il Torneo Internazionale in Spagna

 

La squadra Biancoverde forte dei suoi giovani talenti partecipò ad un torneo in Spagna vicino Barcelona (Lloret de Mar) nel 1989. Il team fu accompagnato in bus dal dirigente Gallorini; raggiungere la penisola iberica in quel periodo non era facile come adesso, uscire dai confini nazionali allora era sempre è comunque un avventura e la moneta unica non esisteva (euro). Non ci è pervenuto il piazzamento della Virtus in tale torneo, tuttavia un giocatore (De Marco) conquistò una ragazza spagnola che poi divenne la sua fidanzata.V.Asciano nel torneo in Spagna nel 1987

 


1989 - Un fantastico campionato di Prima Categoria

 

I tornei successivi erano allietati dalla spettacolare coppia di attaccanti Damora e Capecchi. Nella stagione 1988/89 la Società, dopo alcune cessioni (compresa nelle quali la punta Damora), ebbe l'intenzione di formare una squadra improntata per la salvezza. La previsione societaria fu smentita dagli atleti i quali galopparono ai vertici della classifica per tutta la stagione per raggiungere l'accesso in Promozione. Allo Stadio Comunale Marconi ci furono bellissime partite e il pubblicò era esaltato dalle prodezze di biancoverdi. Nel Febbraio del 1989 lo Stadio non era gremito come al solito, molti ascianesi preferirono il Carnevale, nel giro di tre minuti, durante la festa mascherata in centro, la gente udii due volte il boato del pubblico al Comunale. Spinti dalla curiosità e pentiti della scelta, molti sportivi tolsero la maschera e andarono alla partita. In quell'occasione la preda di turno delle tigre biancoverdi, era la Pianese la quale "cuccò" due reti dopo i primi dieci minuti di gara. In quella stagione, vi furono anche dei buoni risultati in trasferta, pareggi e vittorie e anche qualche sconfitta come il sonante 5-1 subito allo Stadio Comunale di Grosseto dai torelli maremmani.
Di quella stagione, è rimasta negli annali della storia del calcio dilettantistico, lo scontro al vertice tra la V.Asciano e Chianciano presso lo Stadio Marconi di fronte al 1000 spettatori con un tifo particolarmente acceso quale raramente è dato vedere ai nostri livelli, addirittura i tifosi viola di Chianciano arrivarono con la scorta delle forze dell'ordine. Dopo un' autorete, la Virtus Asciano vinse per 2-1 sul Chianciano, i goal furono siglati da Caporali e Vinciarelli. Purtroppo anche in quella stagione mancammo il salto di categoria per un solo punto e rimmarrà un mistero la sconfitta subita all'ultima giornata in quel di Pitigliano dove stranamente il bomber Capecchi rimase in panchina.

Prima Categoria Toscana 1988 - 1989
Nel complesso la permanenza in prima categoria durerà per cinque stagioni, fino al 1990 quando i biancoverdi inciampano di nuovo in una drammatica retrocessione lottata fino all'ultima giornata, questa fu giocata allo stadio di Porto Ercole dove la sconfitta per 3-1 ci condannò alla seconda categoria.Virtus Asciano (1989)

 

Gli anni novanta, alti e bassi all nuovo Stadio Comunale

 

Nel 1990 ad Asciano viene inaugurato il nuovo impianto comunale con l'amichevole tra i professionisti dell'A.C. Siena e il Pisa Calcio. Lo stadio è imponente, il manto erboso è impeccabile, vi è un un'accogliente tribuna coperta con 525 posti su sedili e addirittura la sala stampa. La prima partita ufficiale della Virtus è in Coppa Toscana contro il Torrita (1-1). La nuova stagione in 2^ categoria giocata al nuovo "gioiello" è apprezzabile, la Virtus con il secondo posto a pari punteggio con il Cetona, si contese la promozione con un altro spareggio allo Stadio dei Pini di Foiano. I biancoverdi di Asciano trascinati dai propri tifosi, con un roboante 3-1 annientarono i biancoverdi di Cetona. Fu di nuovo prima categoria, ma per poco!1990 - 1991
L'ex professionista del Montevarchi, mister Brilli, non ottenne la salvezza sospirata e nella stagione 1991/92 è di nuovo II^ categoria.
Addirittura nel campionato 1993/94 toccammo il fondo della bottiglia; per la prima volta nella storia della Virtus, i biancoverdi furono risucchiati in 3^ categoria. L'amara sorte fu decisa dopo l'ennesimo e triste spareggio perduto per 1-2 contro una squadra sconosciuta denominata "Chianina" poi scomparsa nel nulla. La frustrazione dei tifosi si manifestò anche in taffererugli con i sostenitori avversari ma per fortuna nessuno ebbe bisogno di cure mediche. Però da quel momento si interruppe quell'incantesimo affettivo degli ascianesi nei confronti dei colori biancoverdi. Infatti proprio per un fatto di orgoglio e di una lunga tradizione di storia documentata, la gente di Asciano non tollera la 3^ categoria, in primis perché è l'ultima serie sotto la quale non è possibile andare, in secondo luogo, spesso questo torneo a carattere provinciale è di solito frequentato da squadre di piccoli centri o frazioni che nulla hanno a vedere con Asciano.
Comunque, dopo pochi anni di purgatorio, nel 1997 la Virtus ritorna in 2^ categoria grazie alla vittoria dopo un altro spareggio. Questa volta sono i calci di rigore a favorire la nostra promozione ai danni del Ponte D'Arbia. Lo Stadio della partita era il Comunale di San Quirico D'Orcia. Paradossalmente nella stagione successiva, è di nuovo retrocessione. Sembra proprio un sali e scendi senza fine!1991 Spareggio V.Asciano-Cetona 3-1 (Goal di Vivarelli)

 

Fine anni novanta, la ripresa e l'orgoglio

 

A questo punto i più affezionati sportivi Ascianesi feriti sempre di più nell'orgoglio, tentano di reagire con delle politiche che ricondurranno bravissimi giocatori nativi di Asciano, l'ingresso di nuovi giovani dirigenti e successivamente i favorevoli risultati sul campo, riporteranno di nuovo un buon pubblico allo stadio.
Regista della rinascita biancoverde è l'ascianese Gianni Marconi, ingaggiato come giocatore allenatore. Marconi è figlio del vivaio virtussino e protagonista in 1^ categoria negli anni ottanta. Poi ha maturato la sua carriera in altre realtà e categorie superiori, ma egli ritornò volentieri ad Asciano per sollevare la squadra in categorie più prestigiose.

CONTINUA >

Articolo V.Asciano


BIANCOVERDE SHOP

CLASSIFICA 2^CAT TOSCANA gir. N

RISULTATI 2^CAT TOSCANA gir. N

SCUOLA CALCIO

scuola calcio

YOUTH PROJECT

YOUTH PROJECT

STAY CONNECTED